fbpx

Agricola Mpidusa e l’agricoltura di comunità a Lampedusa

Oggi Agricola Mpidusa sta implementando a Lampedusa pratiche colturali agricole ecologiche, in grado di produrre competenze tecniche di alto profilo e garantire prodotti agroalimentari di elevata qualità.

L’isola di Lampedusa è l’isola più estesa delle Pelagie. L’economia locale si basa principalmente sul turismo, sulla pesca e sull’industria conserviera del pesce, mentre agricoltura e pastorizia hanno oggi un ruolo residuale. Le condizioni ambientali tra cui la scarsità delle piogge ed i forti venti hanno indotto molti contadini ad abbandonare la coltivazione della terra (con la conseguente sparizione di numerose specie vegetali e animali e la progressiva desertificazione del territorio), che oggi è affidata a pochissimi agricoltori. Questi, in regime di autoconsumo, si dedicano ad un’agricoltura eroica che mantiene in vita con molte difficoltà colture a rischio di estinzione. Tutto ciò ha determinato la riduzione delle superfici agricole e una totale dipendenza dai prodotti agroalimentari provenienti da altre regioni e il cui trasporto, via mare, risente delle condizioni meteorologiche che, anche per lunghi periodi, possono impedire le forniture a supermercati ed esercizi commerciali. I giovani in assenza di opportunità lavorative e di adeguate competenze imprenditoriali, sono a rischio esodo, mentre le persone adulte con disabilità psico intellettive possono fare affidamento sull’unico Centro Diurno disponibile per percorsi di riabilitazione e reinserimento. 

In tale contesto, è nata l’esigenza da parte di Terra! insieme al Circolo Esther Ada Legambiente Lampedusa, al Dipartimento SAAF dell’Università di Palermo, al Comune di Lampedusa e Linosa e a Confcooperative di Agrigento e con il sostegno di Fondazione con il Sud e Open Society Foundation, di dare avvio ad una cooperativa sociale agricola di comunità. Nel 2020 nasce Agricola Mpidusa che ha come obiettivo quello di recuperare l’identità agricola dell’isola, contribuendo alla sua sovranità alimentare attraverso la coltivazione con metodi ecologici di terreni abbandonati, offrendo opportunità di impiego ai giovani e di inserimento sociale ai disabili, avviando una produzione agroalimentare sana e a Km0. 

L’agricola nesce da un sogno che l’associazione Terra! inizia a “coltivare” insieme ai partner nel 2015 sviluppando il progetto P’Orto di Lampedusa che ha previsto la conversione di un’area pubblica degradata collocata nel centro abitato dell’isola in una vera e propria piazza verde destinata a orti comunitari. Nell’area degli orti di Piazza Brignone sono state sviluppate attività didattiche con le scuole Lampedusane, è stata attivata una compostiera di comunità, realizzato il giardino delle erbe aromatiche e sviluppati percorsi di formazione sull’agroecologia. Dal 2015 ad oggi nell’area settimanalmente si realizzano attività agricole con e per le persone adulte con disabilità in carico al Centro Diurno, a cui è possibile partecipare (ogni mercoledì dalle 10:30 alle 12:30) per conoscere gli utenti/ortisti e condividere pratiche agricole ecologiche. 

L’area di P’orto di Lampedusa continua a rappresentare il cuore pulsante delle attività socio ambientali che Agricola Mpidusa sviluppa esprimendo la sua anima profondamente orientata alla difesa e alla promozione del territorio attraverso la valorizzazione delle risorse sia sociali sia ambientali dell’isola. 

Oggi Agricola Mpidusa sta implementando pratiche colturali agricole ecologiche, in grado di produrre competenze tecniche di alto profilo e garantire prodotti agroalimentari di elevata qualità.  

L’Agricola Mpidusa crea opportunità di accompagnamento e inserimento lavorativo funzionali a fronteggiare l’inesorabile esodo demografico dei giovani dell’isola e a favorire l’inclusione sociale degli utenti/ortisti del Centro Diurno rafforzando il timido tessuto di competenze agricole e imprenditoriali, creando professionalità qualificate in grado di valorizzare l’antico patrimonio di saperi e tradizioni contadine. 

Attraverso la coltivazione ecologica di terreni che erano stati abbandonati, si garantisce una produzione agricola a filiera corta che consente alla comunità locale di accedere al cibo di qualità e di autodeterminarsi dalla dipendenza delle importazioni dalle altre regioni. Infatti settimanalmente vengono organizzati due momenti di vendita dei prodotti agricoli freschi sull’isola uno è il Mercat’Orto di Piazza Brignone che si tiene il Lunedi dalle 8:30 alle 13:30 e l’altro è la giornata di Azienda Aperta che prevede il sabato mattina dalle 10:00 alle 12:30. La possibilità di recarsi nei terreni produttivi dell’azienda, in Contrada Imbriacola confinanti con il centro di prima accoglienza, per scegliere e acquistare direttamente dal campo i prodotti agricoli.

Sempre il sabato mattina dalle 9:00 alle 10:00 nei terreni di Contrada Imbricola è possibile fare un “tuffo nell’agricoltura“ attraverso una visita guidata che accompagnerà i visitatori alla scoperta dei principi e delle partiche dell’agroecologia (l’attività si realizza con un numero minimo di 5 patecipanti per prenotazione e costi chiamare Federico: 3420421263)

A partire da giugno 2022 verrà avviata l’attività di ristorazione itinerante mediante una Food Bike elettrica con pannelli solari grazie alla quale sarà possibile assaporare i prodotti agricoli di Agricola Mpidusa anche cucinati direttamente dal campo e che potranno essere consumati sotto forma di fritti per un aperitivo all’insegna della sostenibilità e del territorio. Potrai assaggiare i nostri “frittini” e “frittoni” in Piazza Brignone il lunedì dalle 8:30 alle 13:30 in concomitanza con il Mercat’Orto, il venerdì dalle 18:00 alle 22:00 e la domenica dalle 18:00 alle 22:00.

Perché un turismo più sostenibile si fa anche scegliendo cosa mangiamo! Vi aspettiamo!

error: Occhio! Questo contenuto è protetto dalle leggi sul copyright.