Balene a Lampedusa. Il whalewatching

Balene a Lampedusa (foto di Calogero Maria Sparma)
Balene a Lampedusa (foto di Calogero Maria Sparma)

Noi lampedusani una volta le chiamavamo argananti, il resto del mondo le conosce col nome scientifico di balaenoptera physalus o meglio ancora come balenottera comune (o più semplicemente balene).

L’animale, che periodicamente frequenta le acque attorno Lampedusa, è secondo per grandezza solo alla balenottera azzurra, potendo raggiungere i 26 metri di lunghezza e i 70.000 kg di peso.
Ogni anno, tra il mese di febbraio e il mese di aprile, è infatti possibile ammirare il passaggio di queste mastodontiche creature sia dalla terraferma che direttamente dal mare, in barca o in gommone, fino ad avvicinarsi a pochi metri dai cetacei, provocando emozioni forti e ancestrali in chi vi assiste.

La presenza di questa specie di balena, documentata scientificamente, è associata alla temperatura della superficie dell’acqua da cui dipende il proliferare del krill, loro fonte primaria di nutrimento, oltre ad altri piccoli pesci.
Esse si muovono sempre in piccoli gruppi, raramente superiori alle sette unità ed hanno bisogno quotidianamente di oltre 2 tonnellate di cibo per individuo, che trovano facilmente nei nostri mari nel periodo primaverile. Poiché, come detto, la loro presenza è legata alla temperatura del mare, di anno in anno possono esserci significative variazioni nel numero degli esemplari e nella distanza che esse tengono dalla costa.

Oggi, a causa delle attività umane, la balenottera comune è considerata ad alto rischio di estinzione il che rende la vista di queste spettacolari creature ancora più emozionante ed unica.
Ricordiamo con ciò che il mare e le sue creature sono un bene comune da preservare e che il nostro benessere su questo pianeta è indissolubilmente legato al suo stato di salute.

Passaggi di balene a Lampedusa

Video registrato il 23 marzo 2017 durante un’uscita in barca.

Video registrato il 17 marzo 2017 dal personale dell’Area Marina Protetta durante un’uscita di monitoraggio, a diverse miglia dalle coste di Lampedusa.

Video registrato il 17 febbraio 2017 durante una battuta di pesca alcune miglia a largo di Lampedusa.

Qui di seguito una sequenza di foto mozzafiato scattate durante i vari passaggi di balene a Lampedusa.

Fonti:
Testi: Tommaso Sparma
Foto: Calogero Maria Sparma / Francesco Solina
© Riproduzione vietata.

    Scarica l'app Lampedusa Today™, la tua guida per Lampedusa

Potrebbero piacerti anche..