‘Il Mare più bello’ 2015. Lampedusa terza tra le isole minori

'Il Mare più bello' 2015. Lampedusa terza tra le isole minori

Presentata il 5 giugno scorso all’Expo di Milano l’ultima edizione della Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano che premia ogni anno, con un massimo di 5 vele, le mete turistiche italiane – marine e lacustri – che si distinguono per paesaggio, ecosostenibilità, rispetto e conservazione dell’ambiente.

Lampedusa nell’edizone 2015 della guida – denominata “Il Mare più bello” – si aggiudica con 4 vele il terzo posto nella classifica dedicata alle isole minori, che vede la Sicilia trionfare con Favignana (TP) seconda dietro Santa Maria Salina (ME), prima con 5 vele.

Nella classifica generale trionfa ancora una volta Castiglion Della Pescaia (GR), “grazie ad una ormai consolidata politica di valorizzazione e tutela del territorio, accompagnata da iniziative di coinvolgimento e responsabilizzazione dei cittadini in tema di rifiuti, mobilità e turismo”; seguita da un’eccellenza siciliana, San Vito Lo Capo (TP), “per la grande attenzione alla corretta fruizione del patrimonio naturale e per aver saputo pianificare un’offerta turistica di qualità che richiama turisti attenti e consapevoli da tutto il mondo” e da Pollica (SA), “sempre più impegnata nella valorizzazione della dieta Mediterranea e nella ricerca di innovazione”.
Nel complesso, è il Tirreno il mare più ricco di vele: nelle sue acque infatti si affaccia la maggior parte dei 16 Comuni premiati con le 5 vele della Guida Blu 2015 di Legambiente e Touring Club italiano.  Tra le regioni, la Sardegna è prima con ben 4 località a 5 vele, seconda la Puglia con 3.

“La guida blu è ormai un must dell’estate – dichiara Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente – uno strumento utile e piacevole che precede e accompagna le nostre vacanze, permettendoci di pianificare e personalizzare le scelte e gli itinerari di viaggio sulla base di indicazioni che solo “Il mare più bello” può offrire: le località più attente alla sostenibilità ambientale, alla vivibilità e al rispetto del territorio. I luoghi più belli del Paese dove vivere, a prezzi contenuti, una esperienza piacevole all’insegna della qualità e dell’efficienza turistica”.

Inoltre, Legambiente lancia anche quest’anno l’invito a scegliere e segnalare entro il 23 luglio la spiaggia più bella d’Italia attraverso il sito internet (www.legambiente.it/lapiubella) e sui social network con l’hashtag #laspiaggiapiùbella. L’intento è quello di individuare i dieci lidi più affascinanti, caratteristici e speciali del Belpaese, quelli che hanno fatto della bellezza la propria principale risorsa. Insieme al nome della spiaggia l’associazione ambientalista invita anche a motivarne la scelta, perché la bellezza non è solo un dato estetico.

Per approfondire, vi consigliamo il comunicato pubblicato da Legambiente nel suo sito web, consultabile cliccando qui.

Luca Siragusa

Segue il mantra del Maestro zen Zù Fi’, che dice sempre "unisci l’utile al divertevole”. Fa marketing territoriale con la web agency eGlob, che in fin dei conti non è che il frutto di esperienza professionale e amore viscerale per la terra che lo tiene su. Socio fondatore di Open Space e Digital Champion per Lampedusa. { Facebook / Twitter }

Potrebbero piacerti anche..